Golfo Dianese

Nell’immediato entroterra si susseguono terrazze di ulivi e la profumata e varia vegetazione mediterranea.

Cervo 02Il clima, come in tutto l’estremo ponente, è molto mite. Diano Marina, situata sulla costa lungo la via Aurelia, rappresenta il maggiore centro turistico balneare dell’area, ed è stata per secoli il naturale sbocco sul mare di Diano Castello, l’antico centro feudale appartenuto storicamente al comitato di Albenga, e poi ai marchesi di Clavesana.
Da Diano Marina ci si può addentrare nell’immediato entroterra seguendo il corso del torrente San Pietro, per andare alla scoperta di angoli naturali che fanno comprendere a pieno la dolce bellezza di questa Liguria a metà tra mare e colline.

Diano Marina_01Un territorio abitato già in epoche remote, come si è potuto verificare dalla scoperta di molti reperti archeologici. Adagiato su una collina, in posizione dominante, troviamo il bel centro storico di Diano Castello.

Risalendo ancora il torrente si incontrano, inoltre, i borghi storici di Diano San Pietro, Diano Arentino e Diano Evigno, tutti paesi con antiche chiese di pregio, risalenti ad un arco di tempo che va dal XII al XVII secolo, e ricche di opere d’arte di grande interesse per gli appassionati. Questi borghi si svilupparono poco lontano dal mare, nel corso del Medioevo, anche a causa della terribile minaccia delle incursioni dei pirati saraceni.
Punto di grande attrazione paesaggistica dell’intera area del dianese è rappresentato da Cervo.

Cervo San Bartolomeo_02Vero e proprio gioiello storico-architettonico arroccato su uno strategico sperone, appena sopra il mare, che si staglia contro l’azzurro del cielo. Cervo è ricca di storia e di opere d’arte. Da qui si gode di una vista, da lasciare senza fiato, ad ampio raggio sull’intera zona. Nelle tiepide serate estive il paese diventa il palcoscenico naturale di un prestigioso Festival di Musica da camera.

Da non dimenticare anche San Bartolomeo al Mare, tranquillo centro balneare sulla costa vicino alla foce del torrente Steria. Nell’entroterra di San Bartolomeo, infine, merita una visita il caratteristico e suggestivo borgo medievale di Villa Faraldi.