Imperia e dintorni

Blick auf den Hafen und die Altstadt von Imperia (Ligurien)Arrivando a Imperia scendendo da Capo Berta sarete immersi nel tipico paesaggio verdeggiante dei pini marittimi della Riviera, lungo la strada potrete ammirare le ville d’epoca che, racchiuse nei loro giardini, si affacciano sul mare.
Mole in pietra per spremitura delle oliveImperia, fino al secolo scorso città industriale e portuale, ha riscoperto la sua vocazione turistica, con importanti manifestazioni e attrazioni di ogni genere, tra cui le “Vele d’Epoca” ed “Olio Oliva”.
I comuni dell’entroterra di Oneglia e Porto Maurizio, come Lucinasco, Borgomaro, Dolcedo o Vasia, non conoscono ancora il turismo di massa e l’olio viene prodotto secondo le antiche maestrie. Visitate i paesini, come Valloria, famosa per le sue porte dipinte, e fate un tuffo nell’arte locale con i ruderi dei castelli e le chiese ricche di tesori.

Scoprite il fascino particolare delle località che si affacciano sul mare tra Imperia e Arma di Taggia.
A San Lorenzo comincia la pista ciclabile, che ha visto la partenza del giro d’Italia 2015, che seguendo il tracciato della vecchia ferrovia, arriva fino a Ospedaletti. Nell’immediato entroterra, ecco Civezza, Pietrabruna, Costarainera, Lingueglietta e Cipressa, con bellissime chiese romaniche e barocche. Immersi negli ulivi in un paesaggio dolce, sono situati a mezza costa: per questo in passato dovettero subire i continui saccheggi dei pirati saraceni, come testimoniano le onnipresenti torri di avvistamento.
Santo Stefano al Mare e Riva Ligure sembrano un solo paese marinaro, quasi non si distingue dove finisca uno e dove inizi l’altro. A Terzorio e Pompeiana, i borghi dell’immediato entroterra, l’olivicoltura è stata sostituita dalla floricoltura e ora i fiori, coltivati nelle serre o a cielo aperto, guidano le scelte economiche.